Categorie
Senza categoria

Caffè nel mondo: come si gusta nei vari paesi?

logo torrefazione trinci caffe cioccolato

BLOG

Il caffè raccontato dal torrefattore....

Caffè nel mondo: come si gusta nei vari paesi?

Terza tappa di un viaggio virtuale alla scoperta di nuovi sapori e tradizioni

caffè nel mondo

Continuiamo il nostro viaggio virtuale alla scoperta di modi diversi di preparare e gustare il caffè in giro per il mondo. Sono tante le ricette e le tradizioni legate a questa bevanda, ogni paese l’ha interpretata assecondando gusti e sfumature legate al territorio. Non solo espresso insomma!

 

Nei precedenti articoli abbiamo fatto tappa in tanti luoghi meravigliosi: Francia, Messico, Senegal, Olanda, Vietnam, ed altri ancora. Oggi proseguiamo con altre 5 gustose e curiose tappe… si parte!

Caffè nel mondo: Portogallo

caffè nel mondo

Una bevanda molto apprezzata durante le calde estati portoghesi è il Caffè Mazagran: deve il suo nome a Mazagão, una città del Marocco, che è stata per tempo colonia Portoghese: qui furono dei soldati ad “improvvisare” questa bevanda con i pochi ingredienti che avevano a disposizione… ma come spesso accade, è proprio così che nascono ricette destinate ad essere apprezzate anche secoli dopo!

 

Per crearla, si uniscono caffè espresso, il succo di circa mezzo limone, un po’ di zucchero e del ghiaccio. Il procedimento è molto semplice: dopo aver preparato l’espresso nel modo preferito si aggiunge la quantità di zucchero desiderata e si mescola. Si attende qualche minuto in modo che la temperatura scenda un po’ e si aggiunge il succo di limone mescolando bene.
A questo punto versiamo il tutto in un bicchiere alto con ghiaccio e la bevanda è pronta, un buon modo per ricaricarsi e rinfrescarsi nelle giornate estive!

Caffè nel mondo: Colombia

caffè nel mondo

Voliamo in Sud America per raggiungere la Colombia, paese ricco di colori e tradizioni, dove il caffè occupa un posto d’onore tra le bevande più amate e consumate.
I caffè coltivati su questo territorio sono infatti tra i migliori al mondo, grazie alle particolari condizioni climatiche e del terreno.
Tra le tante ricette che i Colombiani hanno creato per sfruttare al meglio uno dei prodotti simbolo della loro terra, una delle più apprezzate è il caffè Chaqueta.
La sua realizzazione è estremamente semplice: basta unire una parte di caffè (circa una tazzina) e una parte di “aguapanela”, uno sciroppo dolce ottenuto con zucchero di canna grezzo e acqua calda. Un caffè quindi caratterizzato da una spiccata nota dolce, poco consigliata per gli amanti dell’espresso amaro!

Caffè nel mondo: Irlanda

caffè nel mondo

Torniamo in Europa per scoprire una variante Irlandese che ha riscaldato tante fredde notti sull’isola, il famoso Irish Coffee.
Secondo la tradizione, questa bevanda fu creata nel 1943 a Foynes, cittadina nodo dei trasporti grazie alla presenza di porto e aeroporto.
Nel bar di fronte all’aerostazione giunsero una notte dei passeggeri infreddoliti e infastiditi dalla cancellazione del loro viaggio per maltempo, e il barista Joe Sheridan pensò di preparargli qualcosa che riscaldasse corpo… e mente!
Unì un caffè molto forte a zucchero e whiskey, completando con della panna montata. Inutile dire che i passeggeri apprezzarono la combinazione di sapori! Era nato così l’Irish Coffee, destinato a diventare uno dei cocktail più amati di sempre. Ancora oggi la ricetta è la stessa, servita in un bicchiere pre-riscaldato e apprezzata in tantissimi pub in giro per il mondo.

Caffè nel mondo: Thailandia

caffè nel mondo

Facciamo adesso tappa in un luogo esotico e con una natura ancora incontaminata che affascina qualunque visitatore abbia la fortuna di visitarlo: la Thailandia.
Qui, complice il clima caldo e umido, il caffè è impiegato per creare una bevanda fresca e dolce a base di caffè, chiamata Thai Eiskaffee.
Anch’essa è poco indicata per gli amanti dei sapori amari: è infatti composta da 2 dosi di caffè, 1 dose di latte più 1 dose di latte dolce condensato, e servita con cubetti di ghiaccio. In alcuni luoghi, a causa della scarsità di mezzi, viene servita in sacchetti di plastica accompagnati da una cannuccia… tutto pur di non rinunciare ad un gustoso e rinfrescante Thai Eiskaffee!

Caffè nel mondo: Danimarca

caffè nel mondo

Per l’ultima tappa del viaggio di oggi atterriamo in Nord Europa, più precisamente in Danimarca.
Questo paese si piazza al settimo posto nella classifica mondiale del consumo di caffè pro capite, e godersi i momenti di pausa sorseggiando grandi tazze di caffè in compagnia di amici e familiari è una tradizione molto amata.

Simbolo del paese è lo Stempelkande Kaffe, così chiamato per l’utilizzo della caffettiera a pressione francese, il cui nome in danese è appunto Stempelkande. Qui non si può neppure parlare di ricetta, tanto è semplice la preparazione: un cucchiaino di caffè per ogni tazza d’acqua. Il risultato è un caffè molto “lungo”, che viene spesso accompagnato da biscotti secchi e dolcetti speziati per una pausa golosa e rinvigorente.

 

Il viaggio alla scoperta di modi alternativi di consumare il caffè finisce qua per oggi, e se nonostante molti spunti rimanete comunque fedeli al classico espresso Italiano… venite a trovarci nella nostra torrefazione artigianale in provincia di Pisa, oppure date un’occhiata al nostro e-shop. Anche con le nostre miscele e i nostri monorigine avrete modo di fare grandi scoperte!

Categorie
Senza categoria

Caffè Monorigine e Miscela: caratteristiche e qualità

logo torrefazione trinci caffe cioccolato

BLOG

Il caffè raccontato dal torrefattore....

Caffè Monorigine e Miscela, caratteristiche e qualità

Vediamo le differenze tra queste due tipologie di caffè

Spesso beviamo il nostro espresso di fretta e senza soffermarci troppo su aromi e profumi, ma per chi lo ama particolarmente (come noi!) ogni tazzina è un microcosmo di profumi, aromi e storie.

Quella del torrefattore è un’arte che si esprime attraverso la selezione e la sperimentazione, sempre alla ricerca del chicco perfetto, tutto guidato da una grande passione.
Le vie maestre che possiamo percorrere in questa ricerca costante della perfezione sono due: scovare territori che grazie alle caratteristiche di clima, terreno e tecniche di coltivazione danno vita a chicchi straordinari ed usare quella sola varietà per un espresso simbolo di un luogo preciso, oppure individuare i chicchi provenienti da varie zone e condizioni e studiare come unirli al meglio per creare blend dalle sfumature uniche.

Questa in breve è la differenza tra caffè monorigine e miscela, ma vediamo più nel dettaglio le caratteristiche di queste due grandi “famiglie”.

Caffè monorigine: piena espressione del territorio

caffè monorigine e miscela

Quando si parla di caffè monorigine (Single Origin) si fa riferimento ad un prodotto che proviene da una zona geografica circoscritta e ben identificata, da un territorio delimitato con caratteristiche ben precise, alle volte anche da una singola azienda.

I fattori che entrano in gioco nel determinarne le caratteristiche di un caffè monorigine sono chiaramente strettamente connessi al luogo di coltivazione: particolarità del clima come ad esempio temperature massime e minime, quantità di pioggia e composizione del terreno incidono sulla crescita della pianta e conseguentemente sulle caratteristiche organolettiche del chicco finale.

Fattore non secondario è rappresentato anche dalle tecniche di coltivazione e raccolta utilizzate nella singola azienda/piantagione, così come dal metodo di lavorazione dei chicchi appena raccolti. Si possono infatti “trattare” a secco lasciandoli essiccare naturalmente, oppure eseguire lavaggi o semilavaggi.

Tutti questi fattori contribuiranno a dare al caffè finale caratteristiche di gusto e profumo peculiari.

Nella nostra torrefazione artigianale in provincia di Pisa lavoriamo caffè monorigine selezionati con cura dalle migliori piantagioni del mondo, ad esempio “Huehuetenango” dal Guatemala e “Blue Mountain” dalla Jamaica, dai un’occhiata alle loro caratteristiche.

Caffè miscela: l’arte di combinare chicchi per creare sapori unici

caffè monorigine e miscela

I nomi ci danno già un’idea piuttosto indicativa della differenza principale tra Caffè Monorigine o Miscela: se la prima nomenclatura come abbiamo detto fa riferimento all’espressione di un unico territorio, a volte anche molto piccolo, quando si parla di miscela di caffè (Blend) entrano in gioco varietà di caffè differenti, provenienti da luoghi anche lontani tra loro.

Quello che fa veramente la differenza per questa tipologia di caffè sono la preparazione, la creatività e l’arte del torrefattore. Proprio come per qualsiasi altra ricetta, anche per creare miscele pregiate e dai sapori unici sarà necessario conoscere perfettamente la materia prima e unire qualità di chicchi i cui aromi e profumi si sposino alla perfezione, per avere un risultato finale che rispecchi le aspettative.

A differenza del monorigine, che viene selezionato proprio perché in grado di offrire una tazzina equilibrata a partire da un’unica varietà di chicchi, il caffè in miscela è caratterizzato da bouquet “creati a tavolino” per così dire, nati grazie all’abilità del torrefattore. Se consideriamo che le tipologie di caffè sono più di 60, capiamo quanto infinite siano le possibilità di combinazione!

Noi di Trinci abbiamo studiato ricette uniche per creare caffè equilibrati e corposi, che garantiscano esperienze di degustazione sempre eccellenti. Fra questi, il nostro storico “Since 1939”, persistente con spiccate note di cioccolato fondente o la “Miscela di caffe’ Bio-Fairtrade”, miscela di arabica e robusta con aroma intenso e gusto ricco. Dai un’occhiata ai blend nati dalla nostra lunga e appassionata esperienza.

Caffè Monorigine o Miscela: quale è migliore?

caffè monorigine e miscela

Da quanto abbiamo scritto risulta chiaro che non c’è una tipologia che sia in assoluto migliore rispetto all’altra. Se compri un caffè di qualità prodotto artigianalmente potrai essere certo di avere sempre un ottimo prodotto in tazzina, sia che si tratti di un monorigine che di una miscela.

Quello che ha contribuito a dare alle miscele di caffè una cattiva reputazione è il fatto che spesso aziende più attente ai costi che alla qualità abbiano mescolato varietà di scarso pregio più per minimizzare i difetti delle stesse che per esaltarne le qualità.

I nostri caffè, che trovi anche nello shop online, sono sempre scelti e creati con cura, dalla selezione della zona di origine alla tostatura in azienda. I nostri monorigine sono espressione di territori dalle caratteristiche privilegiate, mentre le nostre miscele sono il prodotto finale di ricerca, sperimentazione e conoscenza delle qualità di diversi chicchi.

 

In ogni caso, quando scegli uno dei nostri prodotti, sei certo di bere un caffè di qualità e controllato in ogni passo del suo viaggio dalla piantagione alla tua tazzina. La preferenza per monorigine o miscela dipenderà molto dal tuo gusto personale, quindi non ti rimane che… iniziare ad degustare!

Categorie
Senza categoria

Ricette con caffè per l’inverno

logo torrefazione trinci caffe cioccolato

BLOG

Il caffè raccontato dal torrefattore....

Ricette con caffè per l’inverno

Una rubrica per apprezzare il caffè anche oltre la tazzina

L’inverno con le sue temperature rigide e le sue giornate più buie ci invita a consumare cibi ricchi, caldi e confortevoli, che riscaldino le nostre serate e i nostri pranzi in famiglia. Il caffè può aggiungere una nota di energia e calore a molti piatti, vediamo insieme 3 ricette con caffè per l’inverno, con verdura e frutta di stagione dal primo al dessert.

Risotto con cavolfiore e nocciole al profumo di caffè

ricette con caffè

Un risotto che unisce una delle verdure invernali per eccellenza, il cavolfiore, al sapore deciso di nocciole e caffè.

 

Ingredienti (per 4 porzioni):

240 grammi di riso (meglio se Vialone Nano)

1 cavolfiore

1 porro

50 grammi di nocciole sgusciate

50 grammi di crescenza o stracchino

Due cucchiai di polvere di caffè

Pecorino quanto basta per mantecare

Olio, sale e pepe

 

Procedimento:

Il primo passaggio per la realizzazione di questo primo piatto è la cottura del cavolfiore diviso in cimette, assieme alle foglie più piccole e morbide. Lessiamo in abbondante acqua salata per 7/8 minuti, dopodiché scoliamo il cavolfiore e conserviamo l’acqua di cottura, che sarà usata come brodo.

A questo punto facciamo appassire il porro con un filo di olivo d’oliva, aggiungendo un po’ di brodo. Saltiamo il cavolfiore per pochi minuti, giusto per far insaporire, e otteniamo poi una crema con un mixer.

È il momento del riso: tostiamo i chicchi in una casseruola per qualche minuto, aggiungiamo sale e pepe e poi, un po’ alla volta, il brodo per procedere con la cottura.

Dopo circa 5 minuti aggiungiamo anche la crema di cavolfiore ed ultimiamo la cottura.

Tostiamo in padella le nocciole tritate e mettiamo da parte e, nella stessa padella, tostiamo brevemente la polvere di caffè.

Una volta che il riso avrà raggiunto il giusto grado di cottura, mantechiamo a fiamma spenta con pecorino e crescenza e aggiungiamo le nocciole e la polvere di caffè. Ecco qua, il risotto è servito!

Per questo risotto consigliamo la polvere del nostro Liberica, perfetto grazie al suo aroma di nocciola.

Filetto di maiale arrosto con salsa al caffè e cavoletti di Bruxelles

ricette con caffè

Un secondo piatto ricco e gustoso perfetto per le fredde serate d’inverno.

Ingredienti:

1 filetto di maiale (circa 800 grammi)

2 bicchieri di vino bianco

1 tazzina di caffè

1 cucchiaio di maizena

500 grammi di cavoletti di Bruxelles

1 scalogno

Olio, sale grosso e pepe

 

 

Procedimento:

Iniziamo questa ricetta con la marinatura del filetto di maiale: in una casseruola, uniamo olio d’oliva, sale grosso e pepe, e massaggiamo la carne lasciando poi riposare per almeno mezz’ora, meglio se per due o tre ore.

Trascorso il tempo di marinatura, bagniamo con il vino bianco, ricopriamo con alluminio e inforniamo, in forno già caldo a 180° per circa mezz’ora. Trascorsi i 30 minuti, scopriamo ed ultimiamo la cottura per ulteriori 15 minuti.

Per la salsa uniamo in un pentolino un po’ del fondo di cottura del filetto al caffè e alla maizena, mescolando a fuoco basso fino ad ottenere una salsa densa.

Tagliamo il filetto, che nel frattempo dovrà essersi appena raffreddato, e versiamo la salsa (tenendone un po’ da parte per i cavoletti).

Il contorno invernale ideale per questo secondo piatto sono i cavoletti di Bruxelles, che basterà pulire, tagliare a metà e saltare in padella con olio d’oliva e scalogno

 per qualche minuto. Una volta aggiustati di sale e pepe, serviamo con un filo di salsa al caffè.

Un perfetto comfort food per le giornate invernali!

Per conferire un tocco deciso, per questo secondo piatto consigliamo il nostro Bio Fairtrade Arabica 100% con aroma intenso e gusto persistente.

Torta con arance e caffè

ricette con caffèPer il dessert, un abbinamento inusuale che vi stupirà per il suo gusto, perfetto a fine pasto e ottimo anche a colazione!

Vediamo nel dettaglio come preparare questa torta deliziosa.

 

Ingredienti:

3 arance dolci

2 tazzine di caffè

3 uova

160 grammi di zucchero

200 ml di olio vegetale

200 ml di latte

360 grammi di farina

Bustina di lievito per dolci

Cocco rapè qb.

 

Procedimento:

Iniziamo questa ricetta dalle arance: grattugiamo la scorza di una di esse, sbucciamole e tagliamole a tocchetti, dopodiché frulliamole con mixer o frullatore ad immersione.

In una ciotola montiamo le uova con zucchero ed olio, aggiungendo poi latte e scorza d’arancia. Mescoliamo fino ad ottenere un composto cremoso, al quale aggiungeremo nell’ordine arance frullate, farina e lievito setacciati.

L’impasto è pronto. Imburriamo e spolveriamo con un po’ di farina lo stampo (perfetto quello per plumcake o per ciambelle) e versiamo metà del composto.

Nell’altra metà aggiungiamo il caffè, mescoliamo bene e versiamo nello stampo. Sarà utile utilizzare uno stuzzicadenti per amalgamare leggermente i due pasti, con pochi movimenti delicati.

Cuociamo in forno caldo a 170° per circa 40 minuti, e a cottura ultimata aggiungiamo una spolverata di cocco rapè. Il vostro dolce invernale è pronto per essere gustato! Per questa ricetta consigliamo il nostro Sul de Minas, che con il suo aroma di mandorle e torroncino e un retrogusto al cacao arricchirà la torta di gusto e profumi caldi e avvolgenti.

 

Con queste ricette con caffè per l’inverno scalderete le giornate più fredde e grigie. Buon appetito!

Categorie
Senza categoria

3 pregi del caffè che lo rendono speciale oltre al suo gusto

logo torrefazione trinci caffe cioccolato

BLOG

Il caffè raccontato dal torrefattore....

3 pregi del caffè che lo rendono speciale oltre al suo gusto

Per noi il caffè è molto di più di una semplice bevanda

Il caffè, e in particolare il caffè espresso, è una bevanda talmente amata in Italia da essere diventata parte integrante della sua tradizione. La materia prima arriva da molto lontano, ma il nostro know-how nella creazione di miscele e varietà pregiate e nella sua preparazione, assieme ad una sorta di legame affettivo, rendono il caffè protagonista indiscusso delle abitudini degli Italiani.

Sappiamo bene che se questa bevanda è così amata è certamente per il suo gusto intenso e per i suoi aromi, ma non solo. Oggi, in questo articolo che chiude l’anno, vogliamo celebrare i 3 pregi del caffè che lo rendono speciale oltre alle sue qualità in termini di sapore.

Caffè vuol dire energia, fisica e mentale

3 pregi del caffè

Uno dei 3 pregi del caffè che non ha a che fare solo con il suo gusto è certamente l’energia che è in grado di darci, sia a livello fisico che a livello mentale.
Quante volte ti è capitato di sentirti esausto durante una maratona di studio per un test o per un esame e di aver bevuto una tazzina (abbondante) di caffè per ritrovare la concentrazione?
Lo stesso sul lavoro: quei 5 minuti di pausa durante la quale ci concediamo un espresso sono utilissimi per rigenerarsi e tornare alla scrivania o in postazione più carichi che mai!

Anche per quanto riguarda l’attività fisica, sono molti gli studi che dimostrano come il caffè (assunto nei momenti e nelle dosi giuste) possa migliorare le performance sportive a qualsiasi livello, da quello amatoriale fino ai professionisti.

Il merito della carica che un buon espresso riesce a darci è della molecola della caffeina, chimicamente così definita:1,3,7-trimetilxantina, nome IUPAC 1,3,7-trimethylpurine-2,6-dione, alcaloide (molecola di origine vegetale dotata di attività farmacologica). La sua caratteristica “magica” risiede nel fatto che questa molecola riesce ad agire come stimolante cerebrale e bloccante dell’adenosina, la sostanza responsabile del senso di stanchezza.

Ecco quindi uno dei motivi per i quali amiamo il caffè, che va oltre il suo sapore: la sua capacità di regalarci una carica di energia per affrontare con più slancio le nostre attività quotidiane!

Caffè vuol dire famiglia e ricordo

3 pregi caffè

Il secondo pregio del caffè, che ce lo fa amare a prescindere dalle sue qualità organolettiche, è sicuramente il suo legame con la nostra tradizione e con la famiglia.
Crescere in Italia significa avere la memoria colma di momenti familiari legati al caffè: la moka che preparava la nonna ogni volta che andavamo a trovarla per chiacchierare un po’, le giornate di scuola o lavoro che non potevano iniziare se non con il profumo dell’espresso, magari bevuto velocemente dalla mamma e dal papà mentre ci esortavano a darci una mossa perché “va a finire che facciamo tardi!”, i pranzi e le cene in famiglia che non erano finiti finché tutti non avevano avuto il loro caffè… potremmo continuare a lungo, e ognuno di noi potrebbe arricchire la lista con il suo speciale aneddoto o ricordo di un momento in famiglia in cui il caffè era presente.

Ecco il secondo pregio per il quale il caffè occupa un posto speciale nei nostri cuori e nei nostri ricordi: caffè significa per noi famiglia, con il suo bagaglio di momenti condivisi con le persone a noi care.

Caffè vuol dire incontro

3 pregi caffè

Tra i 3 pregi del caffè che lo rendono speciale c’è sicuramente la sua capacità di essere elemento di incontro.
Incontro di persone, incontro di culture.

Se è vero infatti che in Italia nutriamo una passione smodata per il caffè, sono moltissimi i paesi in tutto il mondo che hanno la loro speciale tradizione legata a questa bevanda (qui uno dei nostri articoli dedicati a come si gusta il caffè in varie parti del mondo). Dalla Turchia alla Finlandia, dal Vietnam al Senegal, passando per Messico e Brasile, sono tantissimi i paesi in cui il caffè viene interpretato per creare bevande dai sapori e dai colori più vari. Ecco quindi che la bevanda ottenuta dai preziosi chicchi crea una sorta di fil rouge (o dovremmo dire fil marron?) che tocca moltissimi luoghi e una miriade persone, unendo nel suo percorso tante culture e tradizioni diverse.

Caffè poi vuol dire incontro perché “ci prendiamo un caffè?” è una delle frasi più usate per invitare qualcuno a trascorrere qualche minuto con noi (a volte ore…) e fare due chiacchiere. Che si tratti di un approccio galante meno formale di un invito a cena, di un’occasione per offrire un espresso a quella collega che ci ha coperto per il turno o di un momento da ritagliarsi per incontrare quell’amico che non vediamo da tempo, “prendersi un caffè” è sempre una formula vincente per invitare all’incontro con l’altro.

 

Questi sono i 3 pregi del caffè che lo rendono speciale, e molti altri potrebbero essere aggiunti alla lista. Se anche tu sei appassionato di caffè e vuoi assaporare nuove sfumature di gusti e profumi, vieni a trovarci nella nostra torrefazione artigianale in provincia di Pisa, oppure dai un’occhiata al nostro e-shop. Rendete il vostro momento legato al caffè ancora più speciale!

Categorie
Senza categoria

10 Regali di Natale per gli amanti del caffè

logo torrefazione trinci caffe cioccolato

BLOG

Il caffè raccontato dal torrefattore....

10 Regali di Natale per gli amanti del caffè

Alcuni consigli per i vostri regali di Natale a tema caffè

Il mese di Dicembre è alle porte e molti di voi avranno già iniziato a pensare ai regali di Natale per amici e familiari.
Che apparteniate al gruppo di persone che non vede l’ora di mettersi all’opera per acquistare e incartare il dono perfetto, oppure siate più inclini a considerare questa tradizione un enorme (e non sempre necessario) dispendio di energie, qualche consiglio potrà comunque esservi utile!
Ecco quindi 10 regali di Natale per gli amanti del caffè adatti a tutte le tasche, che faranno felici i coffee-addicted!

Macina chicchi elettrico

regali amanti caffè

Se conoscete qualcuno che ama gli aromi e i profumi del caffè appena macinato, un macina-chicchi elettrico è il regalo che fa al caso loro! In pochi secondi potranno avere del caffè fresco di macinatura per preparare espressi gustosi e ricchi di sfumature. Si trovano dei prodotti validi a partire da circa 15 €, e per un’idea ancora più completa potete accompagnarlo ad un contenitore ermetico per chicchi in grani, perfetto per preservare tutte le caratteristiche del prodotto intatte. E per il caffè in grani… bè, trovate una vasta selezione nel nostro e-shop!

Gioielli a tema caffè

 

Per chi ama il caffè e i gioielli, niente di meglio che orecchini e ciondoli per collane e braccialetti a tema caffè! Se ne trovano in tutte le rifiniture, argento e oro con o senza strass, e nelle forme più varie: si va dal chicco di caffè alla tazzina, dalla mini moka al mini macinatore, la scelta è davvero ampia e anche le fasce di prezzo variano chiaramente in base alla preziosità del materiale. Scegliete le forme e i colori che più si adattano allo stile della persona che lo riceverà, siamo sicuri che sarà un modo originale e gradito di completare i suoi look!

Tazzine speciali

regali amanti caffè

Sì lo sappiamo, molti di voi hanno le dispense piene di tazzine da caffè, eppure sono un dono che non stanca mai, e che permette di godersi il momento dell’espresso con nuove forme e colori. Anche qui le proposte sono infinite: tazzine personalizzate con i nomi, oggetti di design, forme e colori capaci di soddisfare davvero ogni gusto. Pensate bene alla persona che le riceverà e allo stile della cucina nella quale saranno utilizzate: individuerete così l’articolo perfetto per aggiungere un tocco di novità al momento (sacro) dell’espresso a casa.

Candele e profumatori di ambienti al caffè

regali amanti caffè

Sempre in tema di oggettistica per la casa, cosa c’è di più accogliente di una stanza profumata di caffè nei giorni di festa?
Le candele aromatizzate o i profumatori di ambiente sono il regalo ideale per chi ama godersi i momenti di relax nel tepore della propria abitazione durante le fredde giornate invernali: il profumo di caffè renderà l’atmosfera ancora più calda e confortevole.

Libri a tema caffè

regali amanti caffè

Pensando ai pomeriggi lenti trascorsi a casa durante le feste o quando fuori fa’ davvero troppo freddo, potete deliziare gli amanti della lettura e del caffè con un libro. La scelta di titoli è davvero vastissima: si va dai manuali più tecnici su tipologie di caffè e tecniche di assaggio ai romanzi con storie che ruotano attorno alla centralità della condivisione di un gesto così semplice come “prendersi un caffè”, passando per libri pieni di curiosità e fatti interessanti sulla bevanda più amata al mondo ai ricettari per preparare deliziosi piatti sfruttando il suo sapore inconfondibile. Scegliete il genere che più si adatta al destinatario del regalo, apprezzerà sicuramente la possibilità di unire due passioni come lettura e caffè!

T-shirt o felpe a tema caffè

 

Il dono perfetto per chi ama talmente il caffè da volerlo anche indossare! Felpe e magliette di ogni stile e colore, con frasi simpatiche o con immagini stilizzate di moka e tazzina, anche qui potrete sbizzarrirvi nella scelta e trovare l’articolo adatto ad ogni stile.

Portachiavi molecola caffè

 

Per chi ama il caffè e anche un po’ la chimica, il portachiavi che riproduce l’alcaloide a scheletro purinico di formula bruta C8H10N4O, o in parole più semplici, la molecola della caffeina, vera salva-vita per chi cerca energia e concentrazione. Placcati in oro o argento, più sportivi o eleganti, sarà semplice scegliere quello perfetto!

Scalda tazza USB per la casa o l’ufficio

regali amanti caffè

Per l’amico o il collega che non si mette alla scrivania senza la sua tazza di caffè, lo scalda tazza USB è il regalo perfetto.
Da utilizzare in ufficio, a casa o in università, questo oggetto permette di godersi sempre una bevanda alla giusta temperatura, anche se abbiamo “dimenticato” la tazza perché troppo impegnati nello studio o nel lavoro.
Ne esistono in vari stili, dai più lineari e puliti a quelli a forma di biscotto o panda. Insomma, troverete di certo quello più adatto alla persona che lo riceverà!

Prodotti beauty a base di caffè

regali amanti caffè

 

Scommettiamo che cosmesi e beauty routine sono una vera e propria passione per molte delle persone che conoscete!
Unire cura del corpo e amore per il caffè sarà semplicissimo: la cosmesi con ingredienti di origine naturale è sempre più apprezzata, online e nei negozi potrete trovare davvero ogni tipo di prodotti: shampoo e bagno schiuma, scrub corpo e maschere viso, cosmetici solidi e linee di make-up.
Per chi ama dedicarsi alla cura di sé… magari dopo una buona tazzina di espresso!

Caffè artigianale consegnato direttamente a casa

 

Come ultimo consiglio per regali di Natale per gli amanti del caffè, vi proponiamo un’idea che siamo sicuri sarà più che apprezzata: una scorta di caffè da Torrefazione Artigianale recapitata direttamente a casa! Nel nostro E-shop trovate una ricca selezione di caffè artigianali in tutti i formati – grani, miscele, capsule Nespresso®*, A Modo Mio®* e FAP, Espresso Point®* – in esclusive ricette create con passione dalla nostra famiglia attraverso anni di studio e ricerche. Gli amanti del caffè ameranno poter assaporare nuovi aromi e combinazioni, sarà un modo per rendere davvero unico il loro momento di pausa. Voi fate l’ordine, al resto penseremo noi e credeteci, il vostro regalo sarà il più apprezzato di questo Natale!

Categorie
Senza categoria

Ricette con caffè per l’autunno

logo torrefazione trinci caffe cioccolato

BLOG

Il caffè raccontato dal torrefattore....

Ricette con caffè per l’autunno

Una rubrica per apprezzare il caffè anche oltre la tazzina

Dopo un’estate che sembrava non terminare mai, con temperature sopra la media per la stagione, l’autunno ha finalmente fatto ritorno. Oggi, nel terzo appuntamento della nostra rubrica “ricette con caffè”, vi proponiamo 3 ricette che esaltano alcuni prodotti tipici del periodo autunnale: funghi porcini, zucca e castagne. Due primi e un dolce che racchiudono i profumi e i colori di questa splendida stagione.

Risotto al caffè con crema di zucca

ricette con caffè

Iniziamo da un risotto dove zucca e caffè regalano sapori dolci e decisi al tempo stesso!

 

Ingredienti (per 4 porzioni):

400 grammi di riso (meglio se della varietà Vialone Nano)

10 grammi di burro

1 scalogno

200 grammi di polpa zucca Delica (ottenuta cuocendo la zucca al forno)

50 ml di panna da montare

50 ml di caffe espresso

1 cucchiaino di polvere di caffè

500 ml di brodo (vegetale o di carne a vostro piacimento)

Rosmarino

Procedimento:

Il primo passaggio per la realizzazione di questo primo piatto è ottenere la polpa di zucca: basterà metterla in forno a temperatura media (circa 150°) per circa un’ora.

Una volta cotta e raffreddata, dividere la polpa dalla buccia sarà semplicissimo.
A questo punto frullatela e aggiungete poi la panna, mescolando fino ad ottenere una bella crema. Conditela con il rosmarino e mettetela da parte.

Adesso è il momento di dedicarsi alla cottura del riso: rosolate lo scalogno nel burro a fiamma molto bassa. Quando sarà ammorbidito, alzate un po’ la fiamma e versate il riso nella pentola, aggiungendo sale e pepe.
A questo punto sfumiamo ma, invece del solito vino bianco, lo facciamo con la tazzina di caffè espresso. Lasciamo sfumare e poi aggiungiamo il brodo un po’ alla volta, avendo cura di coprirlo ma senza farlo “bollire”.
Proseguiamo fino a cottura ultimata (circa 15 minuti). Spegniamo la fiamma, mantechiamo con la noce di burro e impattiamo in maniera ordinata. Aggiungiamo due cucchiai di crema alla zucca, rosmarino, polvere di caffè, ed il risotto al caffè con crema di zucca è pronto per essere servito!
Un connubio perfetto tra la dolcezza della zucca ed il sapore deciso del caffè. Consigliamo il nostro Caffè Oro, che con le sue note speziate e di pane tostato si sposa perfettamente con la zucca.

Tagliatelle al caffè con funghi porcini

ricette con caffè

Per questa ricetta mettiamo letteralmente le mani in pasta!
Vediamo ingredienti e procedimento.

 

Ingredienti:

 

Per le tagliatelle:

400 gr di farina 00

4 uova medie (almeno 70 grammi l’una)

1 cucchiaio di polvere caffè

1 tazzina di caffè ristretto

poca acqua

sale

Per il condimento:

300 grammi di funghi porcini freschi puliti

olio

aglio

prezzemolo

sale

 

Procedimento:

Iniziamo realizzando la pasta fatta in casa. Versate la farina in una ciotola o su una spianatoia, create una piccola buchetta al centro e aggiungete le uova intere, la polvere di caffè e il caffè ristretto. Mescolate piano con una forchetta incorporando la farina e il caffè a poco a poco.

Quando tutti gli ingredienti liquidi saranno assorbiti, iniziate ad impastare a mano, lavorandolo sulla spianatoia per circa 10 minuti. Quando l’impasto sarà liscio ed omogeneo, avvolgete la pallina con della pellicola e lasciate riposare per mezz’ora a temperatura ambiente.

Trascorsi i 30 minuti, tagliate l’impasto in parti più piccole, stendetelo e ricavate delle tagliatelle. Non preoccupatevi se non saranno regolari, saranno ancora più adatte a questo primo casareccio!

Una volta realizzata la pasta, dedicatevi al condimento.

In una padella rosolate l’aglio nell’olio.
Quando inizierà a cambiare colore diventando più scuro, toglietelo e aggiungete i porcini freschi puliti e tagliati a fettine. Fate saltare per pochi minuti, aggiungendo sale e pepe. Una volta pronti, aggiungete le tagliatelle cotte in abbondante acqua salata, un filo d’olio ed il prezzemolo. Saltate brevemente e servite.
La tagliatella porosa e spessa aromatizzata al caffè risalterà perfettamente con il sapore dei porcini. Per la pasta vi consigliamo il nostro Caffè Forte, in modo da insaporire adeguatamente l’impasto all’uovo.

Crostata di castagne con mandorle, cioccolato e caffè

ricette con caffè

Terminiamo questo tris di ricette autunnali con un dolce caratterizzato da un ingrediente immancabile che ci regalano i nostri boschi, le castagne!

Vediamo nel dettaglio come preparare questa torta deliziosa.

 

Ingredienti:

Per la pasta frolla

110 grammi di farina 00

100 grammi di farina di castagne, meglio se bio.

80 grammi di burro freddo a pezzetti

80 grammi di zucchero

1 uovo medio a temperatura ambiente

 

Per la farcia

125 grammi di mandorle non pelate

100 grammi di cioccolato fondente

50 grammi di burro

1 uovo medio

80 grammi di zucchero

Mezza tazza di caffè

3 cucchiai di rum

1 cucchiaio di fondi di caffè

 

Iniziate dedicandovi alla pasta frolla. Versate la farina di castagne setacciata in una ciotola, aggiungete la farina 00 e il burro e lo zucchero. Lavorate con le mani fino ad ottenere delle briciole irregolari.

Aggiungete l’uovo e fatelo incorporare velocemente mescolando sempre con le mani. Otterrete un composto omogeneo con il quale formerete un panetto. Avvolgetelo nella pellicola e fate riposare in frigo per 30 minuti. La pasta frolla è pronta per essere stesa e lavorata. Per la crostata, tiratela fino ad uno spessore di circa 4 mm con il quale fodererete uno stampo di circa 20 cm.

Per la farcia, iniziate tostando le mandorle per 5 minuti in forno a 180°. Una volta raffreddate, tritatele in un mixer insieme a 20 grammi di zucchero.

Passate poi al cioccolato, che scioglierete a bagnomaria insieme al burro. Versatelo in una ciotola e aggiungete le mandorle tritate, il caffè freddo, il rum, 40 grammi di zucchero, i fondi di caffè e il tuorlo. Amalgamate bene con un mestolo o una spatola.

A questo punto montate a neve l’albume insieme a 20 grammi di zucchero e unitelo con delicatezza al composto di mandorle e cioccolato.

A questo punto prendete il vostro contenitore con la frolla e versate la farcia. Infornate a 180° per circa mezz’ora.
La vostra crostata dai sapori autunnali è pronta! Vi consigliamo il nostro caffè Since 1939, caratterizzato da note di cioccolato fondente.

 

Con queste ricette inebrierete le vostre cose con i profumi autunnali, arricchiti dal tocco unico del caffè. Buon appetito!

Categorie
Senza categoria

Caffè nel mondo: come si gusta nei vari paesi?

logo torrefazione trinci caffe cioccolato

BLOG

Il caffè raccontato dal torrefattore....

Caffè nel mondo: come si gusta nei vari paesi?

Seconda tappa di un viaggio virtuale alla scoperta di nuovi sapori e tradizioni

caffè nel mondo 

Continuiamo il nostro viaggio virtuale alla scoperta di modi diversi di preparare e gustare il caffè in giro per il mondo. Perché se è vero che questa bevanda accomuna popoli e tradizioni lontane, molto differenti possono essere le abitudini nel prepararla. Se per noi Italiani l’Espresso è sacro… dobbiamo però riconoscere che anche il caffè è una questione di gusti!

Nel precedente articolo abbiamo fatto tappa in Francia e Finlandia, abbandonato l’Europa per volare in Brasile e in Messico fino a Hong Kong. Oggi proseguiamo con altre 5 gustose e curiose tappe… si parte!

Caffè nel mondo: Olanda

caffè nel mondoGli Olandesi lo chiamano “Koffie verkeerd”, ovvero “caffè sbagliato”: questo perché contiene una discreta quantità di latte, considerata evidentemente eccessiva da chi a suo tempo diede il nome a questa bevanda.

Si prepara con 1 dose di caffè (espresso o filtrato, molto apprezzato nel paese) e 2 dosi di latte caldo, montato per formare la schiuma. La quantità di latte è quindi più o meno il doppio di quanto ne useremmo noi per un tradizionale macchiato.
Perfetto da gustare nelle fredde giornate autunnali e invernali, magari accompagnato dai deliziosi biscotti al caramello stroopwaffel.

Caffè nel mondo: Norvegia

caffè nel mondo

Nella classifica dei maggiori consumatori di caffè, è la Norvegia ad occupare il secondo gradino del podio (la medaglia d’oro se l’aggiudica un po’ a sorpresa la Finlandia). Qui è molto apprezzata una versione che, come spesso accade per cibi e ricette tipici, affonda le sue radici nelle tradizioni “povere” del passato. Nello specifico, per le origini di questa bevanda dobbiamo pensare ai contadini delle fredde lande norvegesi, che dovevano escogitare modi per riscaldarsi nei rigidissimi inverni del Nord. Nacque così il Karsk, un caffè “arricchito” con un liquore. Molto particolare è il metodo di preparazione secondo la tradizione: si pone una moneta sul fondo della tazza/bicchiere, e si copre con il caffè. Successivamente, si aggiunge il liquore preferito fino a che la moneta non diventi nuovamente visibile. Un modo per garantire l’aggiunta di una generosa quantità di liquore! I contadini oggi non soffrono più le rigidità climatiche come nei secoli scorsi, ma il Karsk rimane una delle bevande preferite dai Norvegesi!

Caffè nel mondo: Senegal

caffè nel mondo

Lasciamo l’Europa e voliamo nel continente Africano per raggiungere il Senegal e scoprire il Café Touba. Questa bevanda, preparata per strada da molti chioschetti locali, unisce caffè e pepe, dando vita ad un sapore davvero deciso. La ricetta tradizionale prevede l’utilizzo di caffè in chicchi della varietà Arabica, pepe di Guinea (Djar nella lingua locale) e chiodi di garofano. Questi ingredienti vengono tostati assieme, in modo da garantire uno scambio di aromi, e una volta raffreddati vengono tritati in un mortaio o con un macinacaffè. La miscela così ottenuta viene raccolta in una garza che funge da filtro e bagnata con acqua bollente. Per un gusto ancora più intenso, si può ripetere il passaggio una seconda volta. Ecco qua il Café Touba che, oltre ad essere apprezzato per il suo gusto forte, viene impiegato per le sue proprietà digestive ed energizzanti.

Caffè nel mondo: Corea del Sud

caffè nel mondo

Eccoci arrivati in Asia per una bevanda al caffè che ha ottenuto “fama” grazie ai social, grazie al suo aspetto davvero invitante. Si tratta del Dalgona Coffee, una sorta di cappuccino al contrario, ovvero con la parte di latte sul fondo del bicchiere (rigorosamente in vetro, per apprezzarne l’estetica) e quella di caffè in alto. Vediamo nel dettaglio come si prepara. Si parte dal caffè solubile (lo sappiamo, in Italia non gode di grande successo, ma in molti paesi è davvero apprezzato), che viene montato in un piccolo contenitore con zucchero ed acqua calda, fino ad ottenere una vera e propria crema. A questo punto, la crema viene aggiunta alla tazza già riempita per poco più di metà con latte caldo… ed ecco il nostro cappuccino capovolto! Buono… e “instagrammabile”!

Caffè nel mondo: Vietnam

caffè nel mondoOggi concludiamo in Vietnam il nostro viaggio alla scoperta dei mille e più modi di gustare il caffè. Qui viene preparata una bevanda gustosa ed energetica, che prevede l’unione di caffè e uovo, chiamata appunto Egg Coffee. Prima di storcere il naso, proviamo a pensare ad uno dei dessert Italiani più apprezzati che unisce questi due ingredienti… esatto, il Tiramisù! Questa bevanda nacque negli anni ’50 quando, vista la grande difficoltà nel reperire latte fresco, si pensò alle uova per dare cremosità e sostanza al caffè. Essa viene così preparata: si montano i tuorli assieme a zucchero vanigliato e latte condensato, ottenendo una crema spumosa. Il caffè viene preparato secondo il metodo locale, che prevede il posizionamento del filtro con la miscela direttamente sulla tazza/bicchiere. Una volta pronto il caffè, si aggiunge la spuma, si conclude con un paio di cucchiaini di caffè, ed ecco pronto l’Egg Coffee. Proteico ed energizzante, viene apprezzato sia per la colazione che per la merenda!

 

caffè nel mondo

Si conclude la seconda tappa di questo gustoso viaggio in giro per il mondo, alla scoperta delle mille sfumature del caffè. Ogni paese ha una storia da raccontare, ed è meraviglioso scoprire come popoli così lontani abbiano reso il prodotto di questi chicchi preziosi parte delle loro tradizioni.
Se volete rimanere in Italia ed assaporare la tradizione Toscana del caffè, venite a trovarci nella nostra torrefazione artigianale in provincia di Pisa, oppure date un’occhiata al nostro e-shop. Troverete anche qui mille sfumature e aromi!

Categorie
Senza categoria

Capsule caffè in alluminio: sono sicure? E come si smaltiscono?

logo torrefazione trinci caffe cioccolato

BLOG

Il caffè raccontato dal torrefattore....

Capsule caffè in alluminio: sono sicure? E come si smaltiscono?

Un metodo comodo e pratico per prepararsi un espresso... È anche sicuro?

Se aprissimo un dibattito sulle preferenze tra moka e macchinetta, potremmo assistere a discussioni infinite, perché ogni italiano ha la propria idea supportata da validissime (personali) ragioni. Certo è che negli ultimi anni le macchine per il caffè si sono diffuse in moltissime case, complici i ritmi di vita che richiedono tempi più brevi anche solo per gustarsi un espresso prima di uscire di casa. Con la loro diffusione sono anche aumentati anche i formati: cialde, capsule, e il sempre amatissimo caffè in grani.

Oggi parliamo delle capsule caffè in alluminio, che sono state spesso al centro di dibattiti circa la loro sicurezza che, è banale sottolinearlo, è un elemento di primaria importanza per la nostra Torrefazione artigianale.

Capsule caffè in alluminio: un rischio per il consumatore?

capsule caffè in alluminio

Nate successivamente alle capsule in plastica, usate già da molti anni, quelle in alluminio si sono sempre più affermate sul mercato per varie ragioni, prima tra tutte la loro ecosostenibilità.
Si presentano come un “blocco” unico e sigillato, particolarmente leggero, che racchiude la preziosa miscela. Ricordiamo che già nelle capsule in plastica veniva e viene impiegato l’alluminio per la “linguetta” che ricopre la base.
Questo materiale e la particolare conformazione della capsula, perfettamente sigillata, permettono una conservazione ottimale del caffè e di tutti i suoi aromi e profumi.
I timori in merito all’utilizzo di questo materiale hanno riguardato la teoria per la quale il caffè così ottenuto conterrebbe sostanze cancerogene.
Innanzitutto, è importante ricordare che anche la moka è fatta con alluminio, quindi il problema potrebbe riguardare eventualmente, sebbene magari in proporzioni e quantità diverse, anche questo metodo di preparazione del caffè.

Per fortuna, scienziati e ricercatori hanno approfondito il tema al nostro posto, ed i risultati degli studi condotti sono chiari e rassicuranti.
Sia una ricerca dell’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) del 2016, sia uno studio dell’Istituto Superiore di Sanità del 2019 (per citare ricerche Italiane, ma lo stesso hanno fatto altri istituti internazionali), hanno indagato la presenza di sostanze cancerogene – acrilammide, bisfenolo, ftalati, furano e pesticidi- presenti nei caffè ottenuti sia da moka che da capsule. Il risultato è che non è stata riscontrata una percentuale tale da destare preoccupazione presso i consumatori, che possono quindi continuare a godersi il proprio caffè senza timori.
Comprendiamo le paure di chi giustamente vuole essere informato su qualunque cosa possa danneggiare il proprio stato di salute, specie se si parla di una bevanda consumata dalla maggior parte degli adulti più volte al giorno. Come per qualunque dubbio di carattere scientifico, in questi casi è bene affidarsi a fonti certe ed autorevoli per capire come stanno realmente le cose.

Capsule caffè in alluminio: in quali rifiuti vanno gettate? Come si smaltiscono?

capsule caffè in alluminio

Una volta accertato il fatto che le capsule caffè in alluminio non costituiscono un pericolo per la salute, è bene concentrarsi su un altro aspetto di fondamentale importanza, correlato anche se in maniera meno diretta al nostro benessere: l’impatto ambientale.

Uno dei motivi per i quali si sono cercate delle soluzioni alternative alle capsule in plastica risiede infatti proprio nella volontà di ridurre il più possibile l’utilizzo di questo materiale che, come abbiamo modo di osservare quotidianamente, ha letteralmente invaso le nostre case, le nostre industrie e conseguentemente le nostre discariche e ahimè i nostri mari e tanti altri ambienti naturali.

L’allumino è un materiale 100% riciclabile e può essere riutilizzato all’infinito senza perdere la propria qualità. Niente male non è vero? Affinché questo accada serve però la collaborazione di tutti noi. Ricordiamoci che le problematiche ambientali non sono qualcosa di lontano o non dimostrato: ridurre i danni che come genere umano abbiamo inflitto al nostro pianeta è una priorità collettiva. I risultati di inquinamento e surriscaldamento globale sono già sotto gli occhi di tutti, e se non agiamo uniti nei prossimi anni la situazione non potrà che peggiorare.

Sì, ma vi starete chiedendo: cosa c’entra questo con il mio espresso? Come abbiamo detto, l’alluminio ha la straordinaria qualità di essere riciclabile al 100%, ma questo processo di smaltimento e riutilizzo non può avvenire se non gestiamo i rifiuti nella maniera corretta. Le capsule utilizzate non vanno infatti gettate nel cestino dell’indifferenziato, ma conservate in un contenitore a parte. Se si tratta di capsule Nespresso®, potrete portarle nelle boutique ormai presenti in moltissime città e paesi. Se si tratta di altri marchi, basterà recarsi periodicamente alle isole ecologiche, anch’esse presenti in ogni comune e sempre più protagoniste della rinnovata coscienza ambientale dei cittadini.

Un piccolo gesto ecosostenibile, che però unito a tanti altri gesti piccoli può davvero fare la differenza per curare questo pianeta, riducendo notevolmente il nostro impatto ambientale.

 

Qui a Trinci Caffè tentiamo, anche noi nel nostro piccolo, di fare quanto possibile per ridurre la nostra impronta ambientale. In quest’ottica abbiamo creato una linea di capsule compatibili Nespresso® 100% in alluminio, e non smettiamo di pensare a nuovi progetti per offrirvi caffè dagli aromi e dai sapori indimenticabili e contribuire contemporaneamente alla salvaguardia del nostro ambiente.

Che ne dici di dare un’occhiata al nostro e-shop? O se preferisci, saremo felici di accoglierti nella nostra Torrefazione artigianale a Cascine di Buti, in provincia di Pisa!

Categorie
Senza categoria

Caffè nel mondo: come si gusta nei vari paesi?

logo torrefazione trinci caffe cioccolato

BLOG

Il caffè raccontato dal torrefattore....

Caffè nel mondo: come si gusta nei vari paesi?

Un viaggio virtuale alla scoperta di nuovi sapori e tradizioni

caffè nel mondo 

In Italia dire “caffè” equivale praticamente a dire “espresso”. Sebbene sia molto apprezzata l’aggiunta di latte nella variante del cappuccino (ma solo ed esclusivamente a colazione), la tazzina di espresso è un vero e proprio simbolo di Italianità.

Prendiamoci un caffè” è un invito ad una pausa, ad una chiacchierata, ad un momento breve o lungo di confronto e amicizia. In Italia coincide spesso col godersi un buon espresso, e l’aspetto davvero speciale del caffè è che esso è diffuso in tantissimi paesi e culture differenti e dovunque rappresenta un elemento di unione e convivialità.

Partendo però dai medesimi chicchi, ogni paese ne ha interpretato il gusto a modo suo e sono nate infinite versioni di bevande. In questo articolo facciamo un viaggio alla scoperta di 5 varianti di caffè nel mondo, dall’Europa alla Cina passando per l’America.

Caffè nel mondo: Finlandia

caffè nel mondo

Iniziamo dal paese che a sorpresa si rivela essere il maggior consumatore di caffè, la Finlandia.
Ebbene sì, se pensavate che il primato spettasse all’Italia, dobbiamo smentirvi: sono infatti gli abitanti di questo paese Nordico a consumare la maggior quota pro-capite, con circa 12 kg l’anno a persona.

Ed è probabilmente per questo motivo che la variante più diffusa in questo paese non è l’espresso forte come lo conosciamo noi, ma una bevanda chiamata “Kahvi”, composta da 1 dose di caffè filtrato e mezza dose di latte.
Un modo più dolce di godersi una pausa dal lavoro o una chiacchierata tra amici.

Caffè nel mondo: Francia

Rimaniamo in Europa e ci spostiamo oltralpe per capire quali sono le abitudini in tema di caffè dei nostri cugini Francesi.
Qui il tipo più apprezzato, specialmente nella prima parte della giornata, è il “Café au Lait”. Si tratta di una bevanda simile al nostro cappuccino, composta da una dose di caffè (ristretto o filtrato) e spuma di latte. La quantità di caffè è maggiore rispetto a quella del latte.
Gustarlo al mattino accompagnato da un buon croissant può dare la giusta carica (di caffeina e di zuccheri!) per iniziare la giornata con slancio.

Caffè nel mondo: Messico

caffè nel mondo

In Messico c’è una bevanda tradizionale molto antica che risale al suo periodo coloniale, e che unisce al caffè le spezie diffuse nella cucina locale. Stiamo parlando del “Cafe de Olla” e no, non aspettatevi niente di simile ad un nostro espresso.
Esso viene preparato per infusione dei chicchi di caffè (macinati grossi o addirittura interi) in acqua calda, con l’aggiunta di chiodi di garofano, anice e cannella e “piloncillo”, ovvero zucchero di canna integrale.
La preparazione avviene in una pentola di terracotta, chiamata appunto “olla“, e la bevanda viene poi servita in simili tazze di argilla. Una tradizione che è sopravvissuta per secoli e fa davvero parte della storia gastronomica e non del paese.

Caffè nel mondo: Brasile

Rimaniamo nell’emisfero occidentale e ci spostiamo in un Paese la cui cultura del caffè è simile per certi aspetti alla nostra. Noi abbiamo l’espresso, i Carioca il “Cafezinho” (letteralmente, caffettino): proprio come noi, i Brasiliani approfittano di un cafezinho per prendersi una pausa, lo condividono al bar per fare due chiacchiere, lo gustano dalla colazione al dopo cena e lo offrono ai clienti in luoghi pubblici, ad esempio parrucchieri, barbieri e negozi di vario genere.
Se molto simile è il concetto di convivialità, differenti sono la preparazione ed il sapore della bevanda. Viene realizzata con caffè filtrato e servita lunga e bollente, ed il suo gusto risulta amaro e leggermente acido ma piacevole. Viene spesso arricchito con qualche goccia di latte.
Se passate da quelle parti, non perdete l’occasione di ordinare “um cafezinho por favor!”.

Caffè nel mondo: Hong Kong

caffè nel mondo

Voliamo nell’emisfero orientale per l’ultima tappa di questo viaggio tra le preparazioni del caffè, che ci porta nel sudest della Cina, nella metropoli di Hong Kong. Qui una delle bevande più apprezzate e consumate è lo ”Yuanyang”.
Estremisti dell’espresso tenetevi forte, perché qua la ricetta va oltre il classico abbinamento caffè – latte, e prevede l’utilizzo contemporaneo del tè.
Lo Yuanyang è infatti così composto: una dose di caffè, una dose di tè nero, ed una dose di latte condensato. Il risultato è una bevanda dolce e cremosa, che viene gustata sia calda che fredda.
A pensarci bene, non stupisce che in Cina, patria di origine del tè, sia nata questa bevanda che unisce due elementi differenti ma uniti da una lunga tradizione di convivialità.

 

In questo articolo abbiamo fatto un immaginario e splendido viaggio in paesi e culture differenti alla scoperta del caffè nel mondo, per scoprire come, sebbene interpretato e gustato in molti modi, esso rappresenti davvero un elemento capace di superare qualsiasi confine.
E, con le sue mille varianti, rappresenta ovunque un momento di pausa, di condivisione, di recupero di energie fisiche e mentali. Quanto potere racchiuso in quei minuscoli, preziosi chicchi!

Se volete gustare nuove sfumature di aromi e assaporare caffè sapientemente creati dalle mani di torrefattori esperti, venite a trovarci nella nostra Torrefazione Artigianale in provincia di Pisa, oppure acquistate dal nostro e-shop.
Farete un viaggio nei sapori dalla cucina di casa vostra!

Categorie
Senza categoria

Ricette con caffè per l’estate

logo torrefazione trinci caffe cioccolato

BLOG

Il caffè raccontato dal torrefattore....

Ricette con caffè per l’estate

Una rubrica per apprezzare il caffè anche oltre la tazzina

L’espresso bollente rimane per molti un rito irrinunciabile, persino nelle torride giornate estive.
E noi capiamo bene come nulla possa sostituire il gusto, gli aromi e la sferzata di energia di un buon espresso.
Con l’arrivo della bella stagione e l’aumento delle temperature può però essere divertente sperimentare e provare ad utilizzare il caffè in ricette fresche e anche golose, per gustarlo in una veste nuova e più in linea con le alte temperature.
In questo secondo appuntamento della nostra rubrica “ricette con il caffè” (qui trovi 3 idee di antipasti) vi proponiamo 3 ricette di dessert che possano deliziarvi ma anche rinfrescarvi il palato.

Crema al caffè

ricette con il caffè

Un dessert semplice e veloce da preparare, un modo alternativo e fresco di servire il caffè a conclusione di un pranzo estivo magari. Vediamo gli ingredienti per realizzare questa soffice e gustosa crema al caffè.

 

Ingredienti (per 4 porzioni):

 

50 ml di caffè

200 ml di panna fresca (fresca di frigo)

2 cucchiai di zucchero a velo

Scaglie di cioccolato fondente, chicchi di caffè o granella di nocciola per guarnire

 

Procedimento:

Si inizia con la preparazione del caffè, che andrà poi fatto raffreddare (meglio per almeno un paio d’ore, se avete abbastanza tempo).

In una ciotola versare la panna fresca di frigo, unite lo zucchero a velo e montate con le fruste elettriche.
Quando la consistenza liquida inizia a diventare più cremosa, fermatevi un attimo e aggiungete il caffè a filo tutto in una volta.
Riprendete a montare e proseguite per qualche minuto, fino a quando la crema non sarà soffice e corposa. A questo punto versatela in delle tazzine da caffè e, se andrete a servirla subito, guarnite con scaglie di cioccolato fondente, chicchi di caffè, o granella di nocciola. In alternativa, conservatela in frigo e aggiungete la guarnizione poco prima di gustarla.

Granita al caffè

ricette con il caffè

Niente di più rinfrescante di una buona granita per le calde giornate estive! E non solo al bar, con pochi passaggi e un po’ di pazienza per la fase di congelamento, è possibile ottenere una granita genuina e buona da gustare a casa.

 

Ingredienti (per 6 porzioni):

350 ml di acqua

90 gr di zucchero

200 ml di caffè

Panna montata per decorare

 

Procedimento:

Come prima cosa, preparate il caffè e tenetelo da parte.
Passate poi alla preparazione dello sciroppo che andrà a creare la base della vostra granita: unite acqua e zucchero in un pentolino, portate a ebollizione e fate sobbollire a fiamma media per circa 5 minuti.
Togliete dal fuoco e aggiungete i 200 ml di caffè mescolando bene.
A questo punto versate il liquido in una ciotola e riponete nel freezer. È questa la fase in cui servirà un po’ di pazienza, in quanto dovrete mescolare il composto con un cucchiaio ogni 30 minuti, così da far incorporare aria e rompere i cristalli di ghiaccio. Dopo 4/5 ore la vostra granita sarà pronta: a quel punto non rimarrà che servirla in bicchieri di vetro e guarnire con panna montata per una dose extra di golosità: un dessert o una merenda carica di energia per le vostre giornate estive!

Cheesecake al caffè

 

ricette con il caffè

Qui arriviamo ad uno dei dessert più amati in assoluto, la cheesecake. Nella sua versione fredda si presta benissimo ad essere gustata (anche) in estate, e qui ve la proponiamo ovviamente nella variante al caffè.

 

Ingredienti:

Per la base

250 gr biscotti secchi (del tipo Digestive sono ideali, ma va benissimo qualunque tipo di frollino. Per una sfumatura di gusto diversa, potete utilizzare frollini al cacao)

120 gr burro

Per la crema:

500 gr Mascarpone (o formaggio spalmabile)

200 ml panna fresca liquida

120 gr zucchero

20 gr Gelatina alimentare in fogli

130 gr Caffè

Per decorare:

Cacao amaro, chicchi di caffè

 

Procedimento:

Iniziamo dalla base. Tritate i biscotti in un mixer, fino ad ottenere una consistenza “sabbiosa”.

 

Scaldate il burro in un pentolino e aggiungetelo ai biscotti, mescolando bene. Fodera con la carta da forno una teglia con cerniera di circa 22 cm di diametro, e versa la base di biscotti. Distribuiscila e schiacciala bene aiutandoti con un cucchiaio.

 

Trasferisci la teglia in frigo per almeno 30 minuti.

 

Immergete i fogli di gelatina in una ciotolina con dell’acqua fredda per 10 minuti.

 

Nel frattempo preparate il vostro caffè e unitelo allo zucchero in un pentolino: scaldate il tutto sul fuoco e aggiungete i fogli di gelatina strizzati bene, in modo che si sciolgano. Togliete dalla fiamma a fate raffreddare.

 

A questo punto unite in una ciotola il mascarpone ed il “composto” di caffè e gelatina: mescolate bene con fruste elettriche alla velocità minima o anche a mano. Dovrete ottenere una crema liscia ed omogenea. Mettete da parte.

 

In una ciotola montate a neve la panna liquida e unitela poi alla crema di mascarpone e caffè. Mescolate con una spatola, delicatamente e con movimenti dal basso verso l’alto.

 

Ci siamo, è il momento di comporre la vostra cheesecake! Togliete la base dal frigo e unite la crema, uniformando bene la superficie con una spatola. Mettete in frigo per almeno 4 ore.

 

Trascorso il tempo necessario, rimuovete la torta dallo stampo e guarnite con una spolverata di caffè e qualche chicco.

 

Un dessert super apprezzato, in estate più che mai!

 

 

Siamo sicuri che non rinuncerete all’espresso neppure nei mesi più caldi, ma con queste ricette con il caffè per l’estate potrete gustarlo anche in maniera più golosa e soprattutto fresca!