logo torrefazione trinci caffe cioccolato

BLOG

Il caffè raccontato dal torrefattore....

5 curiosità sul caffè

Alcuni fatti bizzarri su una delle bevande più amate nel mondo

In Italia sono tantissimi coloro che amano il caffè, l’espresso in particolare: rituale, tradizione, carica di energia, abitudine o vero e proprio piacere di degustazione, sono molti i motivi che lo rendono così apprezzato. Se anche tu come noi sei un vero e proprio coffee-addicted, ti sfidiamo a conoscere almeno 3 delle 5 curiosità sul caffè che trovi riporte di seguito… iniziamo!

1 Il caffè con aggiunta di latte o panna (a temperatura ambiente) si mantiene caldo più a lungo

curiosità sul caffè

Il ragionamento sembrerebbe controintuitivo: infatti sarebbe più logico pensare che aggiungendo un liquido non caldo come latte o panna al caffè, esso perda la propria temperatura più velocemente.
Al contrario, entra in gioco il cosiddetto “effetto Mpemba”, dal nome dello studente della Tanzania che per primo ha notato e studiato questa legge della termodinamica. I suoi studi hanno dimostrato il principio fisico per cui l’acqua calda o tiepida congela prima di quella fredda: ecco quindi che abbassare leggermente la temperatura del caffè con un liquido come panna o latte gli permette di rimanere caldo più a lungo, mediamente il 20% di tempo in più.

2 Il caffè decaffeinato non è totalmente privo di caffeina

 

Sebbene non tutti lo sappiano, anche il caffè decaffeinato contiene una minuscola percentuale di caffeina.
Questa molecola idrosolubile è la principale “responsabile” della sensazione di energia che il caffè ci trasmette, ed è naturalmente presente nei chicchi dai quali origina la bevanda.
Per permettere a coloro che amano il sapore o il rituale del caffè ma non possono assumere caffeina per motivi di salute o magari difficoltà a dormire, è stato creato il decaffeinato (esiste infatti solo una variante di caffè che non contiene naturalmente caffeina, la Coffea Charrieriana, originaria del Camerun e poco diffusa).
Se tutti i processi elaborati finora sono in grado di rimuovere quasi del tutto la caffeina, una piccola percentuale rimane. Ma niente paura, si tratta solo di circa 2 mg a tazzina, contro i circa 50 – 100 mg di caffè “normale”. Una quantità irrisoria che non provoca alcun effetto!

3 Il caffè prima del pisolino pomeridiano ne aumenta i benefici

curiosità sul caffè

Se sei amante sia della pennichella post-pranzo che dell’espresso, è probabile tu abbia pensato che l’ideale sia bersi il caffè al risveglio dal pisolino, per “riaccendere” mente e corpo dopo il breve relax. Gli studi hanno confermato che invece il massimo del beneficio in termini di energia e lucidità si ottenga bevendo il caffè prima di coricarsi: è il cosiddetto “Power Nap”, ovvero “sonnellino che ti ricarica”. Attenzione, esso dovrebbe durare 15/20 minuti al massimo, il tempo durante il quale la caffeina inizia a svolgere il suo effetto rinvigorente. Un power nap ben eseguito promette di assicurare riduzione di stress e fatica mentale, miglioramento dell’umore, aumento di produttività, creatività e memoria… insomma i benefici sono tanti ma attenzione, superata la mezz’ora potresti svegliarti decisamente confuso e fuori forma!!

4 Dobbiamo la scoperta del caffè ad un pastore e a dei monaci

curiosità sul caffè

Oggi il caffè è diffuso e amato in tutto il mondo, ma come si è arrivati a sapere che da quelle piccole bacche era possibile ottenere una bevanda così ricca di proprietà? Come spesso accade anche per le più grandi scoperte, tutto è partito da una casualità!
La leggenda vuole che un pastore dello Yemen, in un periodo molto lontano non precisamente identificato, abbia perso di vista le proprie caprette al pascolo e le abbia poi ritrovate poco distanti e particolarmente vivaci… in prossimità di alcune piante dalle bacche rosse. Incuriosito, ne raccolse alcuni frutti e li portò in un vicino monastero per consegnarle ai monaci, da sempre grandi esperti di piante e infusi. Essi ne ottennero un decotto che si guadagnò ben presto la fama di bevanda rinvigorente, e che si rivelò molto utile per mantenerli svegli durante le lunghe ore di preghiera. Le caprette si erano mangiate un bel po’ di bacche della pianta Coffea Arabica ed in quel monastero era nata la prima versione del caffè (sicuramente molto diversa da quella che apprezziamo oggi!), destinata a subire tante modifiche e a divenire una delle bevande più amate del globo!

5 Il caffè potrebbe essere un elisir di lunga vita… almeno per i gatti!

 

Sappiamo bene che nel mondo esistono record di ogni tipo, alcuni dei quali davvero molto bizzarri. Un premio dei Guinness World Records è stato assegnato nel 2010 ad una gatta statunitense dal nome Creme Puff, nata nel 1967 e vissuta fino al 2005. Con i suoi 38 anni e 3 giorni detiene ancora il primato di gatta più longeva della storia… almeno di quella documentata!
Il fatto curioso, oltre alla lunghezza incredibile dell’esistenza di questa gatta, sono i cibi particolari che il suo padrone Jake Perry le ha dato per tutto quel tempo… dimentica le solite crocchette! Oltre a uova, bacon e broccoli, la gattina si gustava ogni giorno un “dessert” a base di caffè e panna. Che sia stata la caffeina l’elemento responsabile di una vita così lunga? Noi saremo certamente di parte ma… ci crediamo!

 

Quante di queste curiosità sul caffè conoscevi?
Se vuoi scoprire ancora di più sul mondo del caffè, e soprattutto gustarne alcuni davvero speciali, puoi venire a visitarci nella nostra torrefazione artigianale in provincia di Pisa, oppure puoi iniziare ad assaggiare le nostre creazioni acquistando online sul nostro e-shop!